Norme per l'uso delle Aree Verdi in condominio.

Norme per l'uso delle Aree Verdi in condominio.

 

L’area verde che circonda l’edificio condominiale contribuisce a formare il decoro  architettonico, con una conseguente valorizzazione immobiliare.

Il giardino viene considerato luogo di svago per i bambini , di riposo per gli anziani e spesso una parte è destinata ad orti urbani.

Utilizzi particolari da parte dei condomini sono ammessi se non sono in contrasto con quanto stabilito dal regolamento di condominio per l’utilizzo delle aree verdi.

L’uso legittimo delle aree verdi

L’uso del giardino, al pari di quello delle altre parti comuni, deve essere garantito ad ogni condomino, che ne può fare anche un utilizzo

diverso da quello fatto in precedenza, purchè non ne alteri la destinazione e permetta agli altri condomini di usufruirne e goderne allo stesso modo.

La giurisprudenza ritiene ammissibile che il singolo condomino pianti arbusti e fiori o deponga vasi nel giardino, a condizione che tali iniziative avvengano

in modo compatibile con gli interessi degli altri condomini , cioè chiedere il permesso prima di realizzare.

In altre parole la piantumazione di essenze floreali ed  arboree costituisce l’espressione del diritto di ciascun condomino di migliorare l’uso delle aiole del

giardino contribuendo all’abbellimento della cosa comune.

Di conseguenza devono considerarsi illegittime ed abusive le delibere assembleari che vietano ai singoli condomini di piantare fiori ed arbusti nelle aiuole

comuni; ma bisogna pur sempre cercare di concordare con gli altri condomini le iniziative per abbellire i giardini e le aree verdi su cui si affacciano i nostri

appartamenti.

. La costruzione di un piccolo gazebo di pochi metri quadri in un vasto parco condominiale non mette in pericolo la funzione del bene comune e non pregiudica

  la possibilità per gli altri condomini di utilizzare la residua superficie del giardino.

Comportamenti illeciti

Se ne elencano alcuni più frequenti :

. il collocamento di alberi di alto fusto che tolgono luci alle unità immobiliari che si affacciano sul giardino, perchè rappresenta un’evidente diminuzione delle

  utilità che l’area verde fornisce ai condomini

. le aree verdi condominiali oltre ad assicurare aria e luce alle finestre dei vari piani dell’edificio, hanno la fondamentale funzione di contribuire e conservare

 il decoro architettonico del condominio ; quindi i condomini non possono calpestare piante e fiori, soprattutto se protetti da recinzioni.

. l’utilizzazione da parte di un condomino di una parte dell’area verde comune con trasformazione abusiva per qualsiasi tipo di utilizzo privato.

Il gioco della palla

Se tale attività è vietata dal regolamento di condominio non si può giocare negli spazi verdi e quindi nemmeno calpestare fiori e piante.

Anche in assenza di un regolamento l’assemblea può decidere di destinare una parte dell’area verde al gioco del calcio anche senza l’unanimità dei consensi,

ma unicamente con una delibera a maggioranza qualificata : maggioranza degli intervenuti e 2/3 del valore della proprietà ( comma 5 art. 1136 CC).

Se invece nel regolamento è già prevista una parte di area verde destinata al gioco del pallone ….

Comunque l’esistenza di un campetto di calcio e di altri spazi per attività ricreative, sia per volere dei condomini od anche perché previsto dal regolamento,

deve tener conto anche di quei condomini che in certe fasce orarie pretendono il rispetto del silenzio.

Quindi la destinazione di parte del giardino comune al gioco dei bambini non è in contrasto con la sua tipica destinazione, ma l’importante è che , in mancanza

di precise disposizioni regolamentari, venga disciplinato dall’assemblea l’orario ed il funzionamento dei giochi nelle aree verdi per non disturbare la quiete dei

condomini.

06.09.2018

Alfagest Roma © Riproduzione Riservata.